Image Description

Tipo Gara:

Competitiva
Image Description

Data Evento:

23/05/2021 08:00
23/05/2021 08:00
23/05/2021 08:00
Image Description

Luogo:

Badia Prataglia (Arezzo) Toscana
Image Description

Lunghezza:

14.00 km
25.00 km
50.00 km
Image Description

Dislivello:

800 m
1500 m
3000 m
Image Description

Punti ITRA:

0
1
3

SCADENZA ISCRIZIONE:

14/05/2021

FILE:

PAGAMENTO

Pagamento: Anticipato
Costo: 15 € - 25 € - 45 € -
Iban:
Intestazione Bonifico:

CONTATTI

Contatto: acciai simone
Telefono: sport@badiaprataglia.net

Trail Sacred Forests

Gare Trail 2021

Trail Sacred Forests

23 maggio 2021

Badia Prataglia – Poppi (Arezzo)

Foreste verdi e lussureggianti, ma anche antiche e misteriose: è in questo contesto, lo scenario naturalistico del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, del Monte Falterona e Campigna, che si svolge la “Trail Sacred Forests”. L’evento prevede 3 distanze:

 - TRAIL LUNGO 50km con 3.000 D+

- TRAIL 25 KM con 1.500 D+

- SHORT TRAIL 14 KM con 800 D+

L’evento è organizzato dall’ASD Badia Prataglia 2001, Banca Mediolanum e in collaborazione con l’Ente Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, il Comune di Poppi, la Pro Loco di Badia Prataglia e con il patrocinio del CSI Arezzo.

Si parte e si ritorna dalla località Turistica di Badia Prataglia nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, ai confini tra Toscana ed Emilia Romagna. I tracciati si concentrano per la quasi totalità tra i bellissimi sentieri del Parco Nazionale, La gara si correrà attraversando siti antichissimi come la Lama, costeggiando, tra gli altri luoghi di interesse, la Foresta Integrale di Sasso Fratino, il passaggio sulla Diga di Ridracoli incastonata tra le foreste del Parco Nazionale, il Monastero di Camaldoli, il suo Eremo e il Santuario de La Verna e il Castello dei Conti Guidi in Poppi. La diga di Ridracoli in particolare chiude artificialmente il fiume Bidente e del Rio Celluzze, che dagli anni ’80 fornisce acqua ad un milione di persone della Riviera Romagnola.

Badia Prataglia, con la sua storia intrecciata con quella dei monaci  Pratagliensi prima e Camaldolesi poi, grazie alla sua posizione si trova proprio nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e rappresenta il più importante centro di villeggiatura e il crocevia per numerose escursioni.

L'economia di Badia ha da sempre avuto forti radici nel suo rapporto con la foresta, sviluppandosi come il centro della produzione e della tradizione casentinese del legno. In epoca moderna ha poi vissuto e vive ancora di una fiorente attività turistica grazie alle Foreste Casentinesi, racchiuse nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.