Dati Gara

  • Image Description

    Tipo Gara:

    Competitiva
  • Image Description

    Regione:

    Friuli Venezia Giulia
  • Image Description

    Provincia:

    Udine
  • Image Description

    Località:

    Sella Nevea
  • Image Description

    Regolamento:

    Scarica
  • Image Description

    Data Evento:

    13/09/2019 17:00
    13/09/2019 9:00 del 14/09
  • Image Description

    Scadenza Iscrizione:

    01/09/2019
  • Image Description

    Lunghezza:

    120.00 km
    65.00 km
  • Image Description

    Dislivello:

    8200 m
    4400 m
  • Image Description

    Punti ITRA:

    5
  • Image Description

    Costo:

    € 130,00
    € 70,00
  • Image Description

    Pagamento:

    Anticipato
  • Image Description

    Iban:

  • Image Description

    Intestazione Bonifico:

Ultra Trail VdG

Un viaggio, un’esperienza per mezzo del trailrunning per pochi atleti scelti e selezionati, un’evento che vi porterà sui sentieri della Grande Guerra  a distanza di 100anni, calpestando i campi di battaglia situati sulla linea del fronte tra il Regno d’Italia e l’Impero Austro-Ungarico, ove furono teatro di sanguinose e numerose battaglie per la conquista di un fazzoletto di terra sulle cime e vallate che lo circondano.

Partenza da Sella Nevea dove poi si punterà sui stupendi piani del Montasio( 1470 mt/slm )per poi scendere lungo il sentiero che porta alla frazione di Piani ( 644 metri/slm ) e di seguito immettersi sulla vecchia strada che risale a Patocco ( 770 metri/slm ) e puntare su Chiusaforte .

Lasciato l’abitato di Chiusaforte( 391 metri/slm ) , passando per la località di Costamolino( 790 metri/slm ), si proseguirà verso Dogna( 419 metri/slm )e si comincerà a risalire l’omonima valle , percorrendo e accarezzando i suoi caratteristici borghi rurali costituiti da antiche costruzioni , e ci si addentrerà  nella linea fortificata dei Plans, linea di spartiacque e di confine durante il grande conflitto.

Arrivati al rifugio Grego ( 1389 metri/slm ), caratterizzato in un luogo molto suggestivo si punterà a scendere verso la foresta millenaria di Tarvisio, precisamente verso Valbruna( 721 metri/slm ),  dove si correrà sui sentieri della Risonanza edell’ Alpe Adria Trail . Un tratto molto particolare, sottobosco e fresco che ci porterà in centro paese passando per il Rifugio Kugy e sempre sotto gli occhi dell’imponente e stupendo gruppo dello Jof di Fuart , una delle cime più belle ed importantidelle Alpi Giulie,teatro di aspri combattimenti nel corso della Prima Guerra Mondiale.

Arrivati a  Ugovizza ( 720 metri/slm ) gli atleti troveranno la base vita , posta a circa metà percorso, nella quale sarà possibile ricevere assistenza , alimentarsi, e ripartire per la seconda parte del percorso; proprio in centro paese si imboccherà il sentiero che ci accompagnerà verso Malga Priu ( 1255 metri/slm ), Rifugio Gortani ( 1127 metri/slm ), e addentrandosi nella Val Uque accompagnati dal suono naturale delle sue acque; si arriverà passando per il Rifugio Nordio ( 1406 metri/slm ) in località Sella di Lom ( 1499 metri/slm ), linea di confine attuale fra Italia e Austria e si imboccherà il sentiero della Traversata Carnica fino ai bellissimi e spaziosi pascoli posti in Sella Bistrizza ( 1718 metri/ slm ) sotto il Monte Osternig .

Ripreso il sentiero dell’Alpe Adria Trail si proseguirà alla cappella della Madonna delle Nevi ( 1750 metri/slm ) situata sul monte Gozman, passaggio sulla sella Pleccia ( 1616 metri/slm ) e discesa puntando Camporosso ( 810 metri/slm ) ; scesi a valle si salirà dal famoso sentiero del Pellegrino per scollinare nel suggestivo e unico villaggio posto sul monte Lussari ( 1790 metri/slm ) dove è presente il santuario ove si potrà godere di una vista a 360° che spazia dalla pianura tarvisiana, la vista sul Mangart e lo Jof di Montasio.

Usciti dal villaggio si prosegue verso sella Prasnig si scenderà in località Rio Freddo, si passerà per la sella delle Cave e si percorrerà la morbida e suggestiva discesa sottobosco che ci porterà al paese di Cave del Predil ( 900 metri/slm ) attraversando il museo minerario ed arrivando in piazza dove è situato il monumento dei minatori per poi percorrere il sentiero naturalistico che costeggia il lago di Predil passando per il suo caratteristico forte militare; Svolta a destra e si ritorna a salire per l’ultima volta verso malga Grantagar ( 1530 metri/slm ) ed imboccando il Sentiero dei Tedeschi che porta al rifugio Corsi ( 1874 metri/slm ) e sarà l’ultima asperità della gara; proseguendo per la suggestiva Parete delle Gocce e superando il Passo degli Scalini ( 2022 metri/slm ) si scenderà accompagnati dai numerosi stambecchi che saranno spettatori privilegiati, e toccando con mano le numerose postazioni alpine della Grande Guerra ancora esistenti entrando a far parte di un paesaggio incredibile con una vista che si perderà sulla catena del monte Canin che sovrasta l’arrivo. 

Oltrepassato il Passo degli Scalini dunque si punterà verso Casera Cregnedul ( 1515 metri/slm ) e si imboccherà il sentiero che porterà direttamente sulla linea d’arrivo di questo stupendo evento!