Image Description

Tipo Gara:

Competitiva
Image Description

Data Evento:

10/06/2022 22:00
10/06/2022 00:00
10/06/2022 05:00
10/06/2022 08:30
Image Description

Luogo:

Val di Zoldo (Belluno) Veneto
Image Description

Lunghezza:

103.00 km
72.00 km
55.00 km
22.00 km
Image Description

Dislivello:

7150 m
5500 m
3800 m
1300 m
Image Description

Punti ITRA:

5
4
3
1

SCADENZA ISCRIZIONE:

22/05/2022

FILE:

PAGAMENTO

Pagamento: Anticipato
Costo: 135 € - 105 € - 85 € - 22 € -
Iban:
Intestazione Bonifico:

CONTATTI

Dolomiti Extreme Trail

Gare Trail 2022

Dolomiti Extreme Trail

Val Di Zoldo (BL)

10, 11 e 12 giugno 2022

                                                                                                                                                                 

 

Che siano gare trailo allenamenti in montagna, basterebbe già la parola “Dolomiti” per assicurarsi il successo. Se poi, ci si affianca un’organizzazione ben oliata e percorsi per tutte le fasce e per tutti i gusti, il gioco è fatto!

 

Benvenuti dunque nelle Dolomiti, in particolare dal versante del bellunese, per una gara trail che già dal nome è tutto un programma: “Dolomiti Extreme Trail”, un evento che si terrà a partire dalla Val di Zoldo dall’10 al 12 giugno 2022.

 

I tracciati all’interno della zona “patrimonio dell’Unesco”

In un ambiente dichiarato dall’UNESCO “patrimonio dell’umanità” si svolge una gara trail che nel tempo ha visto i molti riconoscimenti, tra i quali l’”Oscar del trail” edizione 2018 assegnato dalla rivista Spirito Trail. L’evento è molto partecipato, sia da atleti italiani che provenienti dall’estero, ed è molto apprezzata la struttura circolare della Val di Zoldo, con il suo percorso naturale ad anello dal quale si possono “toccare” alcuni tra i più spettacolari massicci dolomitici della zona.

 

Nel percorso dei tracciati della Dolomiti Extreme Trail, rientrano alcuni tra i maggiori punti di interesse della zona, quali  il gruppo del Mezzodi', i monti S. Sebastiano – Tamer, il Moiazza e Civetta (tra le più spettacolari sequenze rocciose delle Dolomiti), il Monte Pelmo, Il Monte Rite con il Museo nelle Nuvole –Messner Mountain Museum ed il gruppo Bosco Nero.

 

Le gare – il percorso da 103km

Come accennato precedentemente la Val di Zoldo è una sorta di anello naturale dei maggiori punti di interesse locali. E il percorso da 103km lo comprende tutto! Per questo gli organizzatori parlano di un tracciato riservato ad “avventurosi e coraggiosi”. Si parte subito “forte” con gruppo montuoso degli Spiz di Mezzodi' , arrivando al rifugio Pramperet. Da qui si entra nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, per continuare poi alla base delle cime del Tamer - S.Sebastiano, e arrivare al Rifugio San Sebastiano e al Passo Duran. Da qui l’ambiente cambia, con il Moiazza e Civetta, tra le più colossali sequenze rocciose delle Dolomiti. Ampi circhi glaciali si alternano a “solitari campi solcati”. Incredibilmente solenne ed estremamente emozionante sarà percorrere il gigantesco basamento della “Grande Civetta” fino al Rifugio Coldai, per poi scendere al ristoro al rifugio Passo Staulanza. Da qui si passa correndo alla base del Monte Pelmo, fra i più affascinanti e singolari (quasi unico) tra i monti Dolomitici. Transito a Zoppè di Cadore, si sale per raggiungere, in cima al Monte Rite, il rifugio Dolomites e fino a trovarsi davanti il gruppo del Bosco Nero. Ancora da qui ci si cala nuovamente nelle Dolomiti selvagge verso il Rifugio Casera di Bosconero fono all’ultima discesa per chiudere con il Percorso naturalistico del Fagarè. 

Le gare – il percorso da 72km

“Emozione pura” dicono gli organizzatori parlando di questo tracciato che, scommettono loro, farà venir voglia agli atleti di percorrere la più massacrante ma soddisfacente “103 km”. 

In pratica, lo stesso percorso della 103 km, ma fino al Moiazza e Civetta: da qui, “ampi circhi glaciali si alternano a solitari campi solcati, che lasciano spazio al gigantesco basamento della “Grande Civetta” fino al Rifugio Coldai per poi scendere al ristoro al rifugio Passo Staulanza (km 54, ristoro 6 - 1766 m). Dalla base del Monte Pelmo si scende al Passo Tamai per risalire allo spettacolare punto panoramico del Monte Punta. Da questo punto si gode di una vista che porta a credere di essere quasi al centro del paradiso dolomitico. Da qui si ricomincia a scendere lasciando a sud il Bosco Nero.

Le gare - La 22km e la 11km

Totalmente diversa dalle altre gare più impegnative, il percorso da 22km portrà l’atleta a “piccole sorprendenti scoperte”: si parte da Forno, e percorrendo le vecchie mulattiere di collegamento tra i paesi si raggiungeranno alcuni tra i più bei borghi della zona, quali Pralongo, Sottorogno. Insieme ai paesi di Dont, Villa, Astragal, Casal, Pieve, Campo con una spettacolare vista sulle cime che circondano la valle percorse dalla 103k 72k e 53k.